22:01

Google presenta “The Next Generation of Maps”: tecnologia 3D, consultazione offline, nuova interfaccia per iOS

Google ha da poco ufficializzato la nuova versione della sua Maps che sarà disponibile a breve su computer, dispositivi Android e altri device. Le novità riguardano la consultazione Offline, la tecnologia 3D per le piante e nuova interfaccia grafica su iOS dove arriverà con un app specifica.

Google presenta

Il grande colosso di Mountain View ha da poco presentato ai media la nuova versione della sua intramontabile e insormontabile applicazione Maps. Molte le novità introdotte da Google che ampliano, come se ce ne fosse bisogno, le utilità del servizio portandolo a livelli sempre maggiori. Ma vediamo cosa è stato implementato.

MAPPE OFFLINE

Le mappe potranno essere consultate in modalità Offline una volta salvate sul dispositivo.

Google Maps

Fino ad oggi gli utenti hanno sempre utilizzato le mappe di Google tramite connessione dati sia sui PC che sui terminali Android e iOS. Bene il passo successivo che l’azienda di Mountain View ha voluto fare è quello di poter consultare le stesse mappe direttamente in modalità Offline. L’utente potrà salvare una porzione della mappa sul dispositivo ed utilizzarla anche in assenza di connessione dati. Google ha annunciato che questo tipo di implementazione sulle sue mappe sarà disponibili per gli utenti Android in oltre 100 paesi nelle prossime settimane. La dimensione massima dei file cosiddetti Offline sarà di circa 50MB, ma molti risulteranno decisamente minori, non comportando dunque l’uso di troppo spazio nel terminale dell’utente.

MAPPE 3D

L’utente potrà “volare” sulle mappe spostando semplicemente il dito sul display.

Google Maps

Abbiamo visto che secondo alcuni rumors importanti Apple potrebbe integrare nel proprio iOS 6 delle mappe tridimensionali di sua proprietà. Proprio con tridimensionalità Google ha da tempo implementato le proprie mappe e sembra essere sempre più vicina alla massima precisione di queste ultime. Oggi ha presentato la nuova versione che comprende delle vere e proprie carte 3D che risulteranno molto più realistiche rispetto alle attuali, grazie ad un miglioramento progressivo creato nel corso degli anni sulla realtà. Le immagini tridimensionali sono state acquisite tramite alcuni particolari aeromobili e successivamente estratte tramite modelli 3D concependole in base a differenti angolazioni. Il risultato finale è davvero incredibile.

Le mappe 3D di Google sono state visulalizzate in demo su di un iPad di terza generazione ed il colosso di Mountain View dovrebbe rilasciare una versione aggiornata di Google Earth che introdurrà le mappe tridimensionali su iOS e ovviamente anche su Android. Ecco un video in cui viene mostrata la nuova tridimensionalità delle mappe.

Il nuovo Google Earth

anteprima della nuova versione per l’app di big G

Il processo di renderizzazione delle foto aeree è “completamente automatizzato” costruendo le immagini in 3D senza alcuna interazione umanaIl sistema è tanto intelligente da sapere quando una certa immagine è al sole o in ombra, per esempio.

STREET VIEW TREKKER

Oltre a tutto ciò Google, nell’evento odierno, ha presentato il nuovo Trekker. Uno strumento che migliorerà le immagini di Street View consentendo di riprendere immagini anche nei luoghi in cui non è possibile accedere con le classiche “Google Car” o con altri mezzi. Nei prossimi mesi sarà dunque possibile incontrare gli addetti ai lavori di Google attrezzati con un particolare zainetto con videocamera. Un nuovo limite egregiamente sorpassato dagli ingegneri di Mountain View.

Street View Trekker

uno strumento che migliorerà le immagini di Street View

MIGLIORAMENTI DI MAP MAKER

|Google prende sul serio la mappatura e la precisione è un elemento chiave.

La precisione è naturalmente un elemento chiave e per questo Google sta espandendo il servizio denominato Map Maker. Già lanciata in Sud Africa ed Egitto, verrà implementato anche in altri dieci paesi nelle prossime settimane tra cui Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Liechtenstein, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Norvegia e Svizzera. Map Maker aiuta a migliorare l’accuratezza e tracciare i cambiamenti del mondo reale attraverso ‘Segnala un problema’ in cui gli utenti possono aggiungere note e suggerimenti di cambiamenti reali delle strade e non solo.

Map Maker

il nuovo servizio di miglioramento delle mappe

Insomma sembra proprio che Google voglia primeggiare, come sempre ha fatto, sulle Mappe e giorno dopo giorno è riuscita a farsi amare dagli utenti, sia professionisti che amatori. Apple dovrebbe rispondere a Google Maps con l’integrazione, nel suo prossimo sistema operativo, con delle mappe tridimensionali molto particolareggiate unite ad un nuovo sistema di navigazione. Non sappiamo se veramente lo farà ma di certo dovrà impegnarsi come mai ha fatto visto che Google con questa nuova generazione di Mappe non ha lasciato nulla al caso.

Google Maps

le diverse dimensioni delle mappe digitali

 

Approfondimenti: google maps, offline

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE