16:07

Ecco perchè non si può telefonare in aereo

L'uso del cellulare, e spesso di ogni apparecchiatura elettronica, è vietato a bordo di un aereo. Scopriamo insieme perché.

Ecco perchè non si può telefonare in aereo.

Le interferenze di un cellulare non possono certamente far precipitare un aereo. Tuttavia, come saprete, al fine di salvaguardare le apparecchiature elettroniche di bordo, non ci è concesso l’utilizzo dei nostri telefoni (salvo qualche eccezione) durante un volo.

Qual è quindi il reale motivo di tale divieto? L’Economist ha provato a darci una risposta.

Teoricamente infatti, tutte le attrezzature elettroniche interferiscono con le apparecchiature di navigazione di un aereo: smartphone e tablet, per via del collegamento a internet e del GPS, potrebbero confondere i segnali di comunicazione che riceve un aereo durante la navigazione; ma anche gadget quali mp3 ed ebook reader non moniti di collegamento alla rete emettono infatti energia a radiofrequenza.

Infine, addirittura i cavi di alimentazione e caricabatterie si identificano come trasmettitori non intenzionali.

Tali motivazioni hanno quindi portato al divieto di utilizzo anche per questi dispositivi finché l’aereo è sotto i 3000 metri: quando è ad alta quota si possono usare. I motivi potrebbero essere puramente precauzionali, dato che sotto i 3000 metri l’equipaggio non avrebbe il tempo di diagnosticare eventuali problemi causati da interferenze.

I reali effetti delle emissioni elettromagnetiche sugli aerei non sono infatti mai stati verificati. Tutt’altro, uno studio del 2003 ha rivelato come negli USA, su un volo di linea, venivano effettuate da una a quattro telefonate segrete, chiaramente senza causare alcun problema o danno all’aereo.

La verità va tuttavia ricercata nel più lontano 1991, quando la FCC (Federal Communications Commission) vietò l’uso dei cellulari a bordo degli aerei, e stando a quanto spiega l’Economist, non per questioni di sicurezza dei voli, bensì per evitare che la ricerca rapida e continua del segnale da parte dei cellulari creasse guasti alle linee.

Di fatti, le reti telefoniche mobili, pur sopportando che un cellulare si muova alla velocità di un treno o di un’automobile, potrebbero non sostenere quella di un aereo; ed il passaggio repentino di un gran numero di cellulari da una cella all’altra dell’operatore mobile potrebbe quindi mandarle in tilt.

L’unica soluzione alternativa è attualmente rappresentata dalle chiamate via internet. Alcuni aerei, per il momento solo quelli della “Virgin Atlantic”, sono equipaggiati con un ripetitore Wi-fi in grado di comunicare con un satellite che a sua volta comunica con la terra attraverso una banda dedicata (450 o 800 mhz).

Una soluzione che costa 1,60 dollari al minuto, ma che riesce quasi a svincolare l’utente da “l’uso in aereo”.

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE