02:32

Apple potrebbe abbandonare il connettore dock per i futuri dispositivi |Approfondimenti

Apple potrebbe essere davvero intenzionata ad abbandonare il classico connettore dock a 30 pin che ci ha accompagnato sugli iDevice dalla loro nasciato sino ad oggi. Le motivazioni sono tante e tutte molto convincenti, la prima tra tutte sarebbe: c’è bisogno di spazio. Si perchè questo componente per quanto piccolo possa sembrare ai nostri occhi, nel mondo della miniaturizzazione è infinitamente grande e ingombrante. Ma vediamo un po’ quali benefici potrebbe portare l’eliminazione di questo componente, nell’articolo completo!

Apple potrebbe abbandonare il connettore dock per i futuri dispositivi |Approfondimenti.

Prima del salto vi ho accennato la motivazione più forte: lo spazio. Si perchè miniaturizzare un componente vuol dire creare spazio per altro, che sia un componente aggiuntivo o migliorarne uno già presente, come ad esempio la batteria.

A mio parere nel nuovo iPhone prima di tutte le nuove diavolerie che solo Apple sa di voler implementare, c’è bisogno di una batteria più capiente. Attenzione. Batteria più capiente  non per fare una settimana di utilizzo senza dover ricaricare il telefono, questa è fantascienza. Una batteria più capiente che mi porti a fine giornata o che mi faccia 24 ore senza avere lo stress e l’ansia di restare a piedi. Alcuni di voi mi diranno “e ma già si può avere l’autonomia che intendi tu”, ok ma a quale prezzo? Disabilitando le notifiche push, luminosità al minimo, non giocare, disabilita il 3G, non avere la posta in push… E che cos’è uno smartphone questo?

Una cosa del genere lo si è potuto fare con il passaggio da mini-SIM a micro-SIM, infatti iPhone 4 ha potuto avere una batteria più capiente rispetto al 3G/S grazie a questo “taglio”. Non solo, che abbiano colpa o no gli ignegneri hanno pensato di riportare fuori l’antenna (come sappiamo l’antenna di iPhone 4/S è posta fuori, quindi non integrata, lungo il bordo metallico) in modo da risparmiare ulteriore spazio.

Con l’implementazione di iCloud, il Bluetooth 4.0, AirPlay e il desiderio di Apple (e non solo) di volere dei dispositivi sempre più indipendenti dal computer, porterà man mano ad utilizzare il suddetto connettore soltanto per la ricarica del dispositivo.

Cosa dovremo aspettarci quindi da iPhone 5? Dico iPhone 5 perchè il discorso ha un senso su un dispositivo così piccolo, piuttosto che su un iPad dove le dimensioni contano ben poco o comunque il cambiamento non porterebbe a significativi miglioramenti.

Dicevo cosa aspettarci quindi? Sicuramente non una porta Thunderbolt come in molti hanno detto e si aspettano, in quanto quest’ultima usa un’architettura PCI-Express. Vi immaginate quest’architettura su un iPhone? Quindi da escludere.

Micro-USB anche è da escludere, nonostante sia lo standard europeo, per Apple è già troppo obsoleto, si sono molto lungimiranti.

L’unica strada è quella di un connettore dock più piccolo! Che conservi le stesse caratteristiche nella metà dello spazio che occupa ora. Naturalmente ci saranno delle ripercussioni su compatibilità dei dispositivi e anche sul pensiero degli utenti ormai affezzionati al famigerato “pettine”.

Ma si sa, quando si parla di futuro Apple non guarda in faccia a nessuno. Staremo a vedere come si comporterà.

Via

commenta
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE